Consorzio obbligatorio fra gli apicoltori
della Provincia di Gorizia

Logo Consorzio obbligatorio fra gli apicoltori della provinvia di Gorizia
Via Staranzano, 23
34077 Ronchi dei Legionari (GO)
C.F. 80000960312

XXIII Convegno Internazionale di Apicoltura - Ruralia 2005

Convegno11

Domenica 16 ottobre 2005 si � svolto a Gorizia il XXIII Convegno Internazionale di Apicoltura organizzato dal Consorzio apicoltori, dedicato quest'anno all'approfondimento di alcune tematiche relative alla filiera delle piante officinali di interesse mellifero. Un folto pubblico ha gremito la Sala Convegni dell'Ente Fiera di Gorizia, ricompensando con l'alto interesse il lavoro svolto dagli organizzatori della manifestazione. Gli uditori, giunti dalle province del Friuli-Venezia Giulia nonch� dal Veneto, dalla Lombardia, dalla Slovenia, dalla Croazia e dall'Austria, hanno ricevuto al loro arrivo le cartelline contenenti i testi delle relazioni, nonch� un depliant promozionale sui mieli della provincia di Gorizia contenente un sagomato a forma di ape profumato al miele. I lavori sono stati coordinati dal chiar.mo Professor Franco Frilli dell'Universit� degli Studi di Udine.

 
Pubblico Convegno Marizza

Il pubblico attento e numeroso

Tre protagonisti del Convegno: il Dott. Marizza, il Dott. R. Cirone e il Prof. Franco Frilli

 

La manifestazione � stata inaugurata dalla introduzione del dott. Luigi Marizza, Presidente del Consorzio Obbligatorio fra gli Apicoltori della Provincia di Gorizia.

Sono seguiti i saluti delle Autorit�. Il Prof. Franco Frilli, moderatore del Convegno, prima di introdurre i relatori ha premiato il dott. Luigi Marizza, sorprendendolo, per il 50� Anniversario di Presidenza del Consorzio. Alla premiazione e ai ringraziamenti si � unito il Presidente della FAI, dott. Raffaele Cirone.

Marizza 2

La premiazione del Dott. Luigi Marizza per 50 anni di presidenza del Consorzio.

L'intervento del Dott. Raffaele Cirone, Presidente della FAI

Cirone
Manias

Il Dott. Luigi Manias, Presidente del Consorzio Apicoltori della Sardegna

 

La prima relazione, esposta dal dott. Luigi Manias, Presidente del Consorzio Apicoltori della Sardegna, ha avuto come oggetto l'apicoltura, il territorio e le tradizioni della sua regione quale esempio di valorizzazione dell'apicoltura. Nello specifico sono state descritte tutte le fasi progettuali che hanno portato all'ottenimento del Marchio DOP per il miele sardo, importante strumento per la valorizzazione dell'apicoltura di un territorio.

Anche nella nostra regione attualmente si sta lavorando per l'ottenimento di una Igp per il miele del Carso Isontino e Triestino.

 
Settimi Settimi-Marizza

La premiazione dell'apicoltore Fausto Settimi, vincitore 1� assoluto dell'APE D'ORO 2005 per il miele di Marasca, fiore all'occhiello dei mieli regionali.

Il Dott. Luigi Marizza si congratula con Fausto Settimi

 

E' seguito l'intervento del dott. Fragiacomo Marco docente dell'Istituto Agrario "Brignoli" di Gradisca d'Isonzo il quale ha trattato la coltivazione delle piante officinali di interesse mellifero nella nostra regione; la relazione in oggetto ha messo in evidenza alcuni aspetti botanici ed agronomici.

  Il dott. Pier Antonio Belletti del Dipartimento di Biologia ed Economia Agroindustriale dell'Universit� degli Studi di Udine ha completato l'analisi del prof. Fragiacomo soffermandosi sugli aspetti tecnici ed economici.

 
Fragiacomo-Belletti Della Loggia

Il dott. Fragiacomo Marco (primo piano) dell'Istituto tecnico agrario di Gradisca d'Isonzo e il dott. Pierantonio Belletti

Il Prof. Della Loggia della facolt� di Farmacia dell'Universit� degli Studi di Trieste

 

Sono stati presi in considerazione parametri quali la produzione lorda vendibile, i costi variabili e il margine netto per   superfici coltivate a piante officinali di 1.000 mq; in aggiunta si � cercato di analizzare il potenziale mellifero di ogni pianta officinale. Da quanto esposto si potuto capire la duplice funzione della coltivazione: prodotto secco (produzione primaria) destinato all'erboristeria e miele (produzione secondaria).

L'analisi di filiera � proseguita con la relazione del prof. Roberto Della Loggia, Preside della Facolt� di Farmacia dell'Universit� di Trieste, in cui si � parlato dell'utilizzo delle piante mellifere nel settore erboristico, citando le principali propriet� farmacologiche delle essenze considerate.

Sono seguite tre comunicazioni, la prima delle quali ha avuto per oggetto il miele e gli estratti delle erbe officinali presentata da Boris Slavec e Jana Potokar in rappresentanza della Medex Slovena. Infine, l'Austriaco Anton Reitinger, vice Presidente Unione apicoltori Astriaci ha relazionato in merito all'apiterapia e a tutte le sue potenzialit� per preservare la nostra salute. Il dott. Belletti ha riassunto brevemente la comunicazione del dott. Giorgio Della Vedova imposssibilitato ad intervenire al Convegno.

 
Medex Austria

Boris Slavec della Medex Slovena .

Anton Reitinger, vice Presidente dell'Unione apicoltori austriaci.

 

Al termine delle relazioni e delle comunicazioni, che sono state tutte oggetto di traduzione simultanea, molti apicoltori presenti in Sala hanno rivolto domande ai relatori, dimostrando che gli argomenti trattati avevano suscitato grande interesse negli uditori. Nelle discussioni � intervenuto anche il Prof. Franco Rosa del Dipartimento di Biologia ed Economia Agroindustriale dell'Universit� degli Studi di Udine.

 
Riosa Pubblico 2

Il Prof. Franco Rosa dell'Universit� di Udine.

Il pubblico partecipante al Convegno.

 

Pubblico presente al XXIII Convegno Internazionale di Apicoltura di Gorizia.

Il Convegno si � concluso con l'invito al pubblico a visitare lo stand allestito presso la Fiera "Ruralia 2005" dal Consorzio Obbligatorio fra gli Apicoltori della Provincia di Gorizia in collaborazione alla Cooperativa "La Casa dell'Ape" di Gorizia. Durante lo svolgimento della fiera molti visitatori hanno potuto ricevere informazioni sull'apicoltura della provincia di Gorizia, osservare un alveare sperimentale con pareti di vetro da cui � possibile "sbirciare" l'attivit� delle api, ricevere depliants esplicativi, assistere alla proiezione di filmati apistici, e, soprattutto ricevere in omaggio un vasetto di miele prodotto da apicoltori del Consorzio. Lo stand � stato visitato nei giorni precedenti al convegno anche da molte scolaresche delle scuole della provincia.

 
Stand 1 Stand 2

Allestimento dello stand a Ruralia 2005: Cristian Fumagalli

Lo stand

Stand 3 Stand 4
I prodotti dell'alveare Allestimento dello stand: Dario Cragnolin

Stand del Consorzio Apicoltori della Provincia di Gorizia - Ruralia 2005.

Il giorno del Convegno � stato offerto presso lo stand un rinfresco e nell'occasione molti visitatori hanno potuto effettuare degustazioni di mieli e altri prodotti agroalimentari tipici ottenuti in provincia di Gorizia. Quest'anno, lo stand degli apicoltori � stato condiviso con quello del Consorzio di Promozione Turistica "Gorizia e l'Isontino", proprio al fine di migliorare l'azione promozionale dei mieli e degli altri prodotti dell'alveare ottenuti sul territorio Goriziano.

I relatori, cui � stato offerto in omaggio un cesto con i principali prodotti regionali (gubana, miele, verduzzo...)   quale ringraziamento per la partecipazione al Convegno, assieme ai principali esponenti delle Associazioni Apistiche presenti, hanno quindi preso parte al pranzo che si � svolto presso la trattoria Blanch a Mossa (GO).